Mare e Cammino nella Costa del Cilento

dal 27/04/2019 al 04/05/2019

Montagne a ridosso della costa, mare blu cobalto, le scogliere a picco e le grotte marine, spiagge incantevoli accessibili solo a piedi o in barca, una verde macchia mediterranea ricca di una flora unica e rigogliosa, le antiche torri di guardia sul litorale… questo e molto altro è la Costa del Cilento, un luogo dove camminare significa immergersi negli elementi naturali e nutrirsi di storia e cultura.
Avremo modo di fare percorsi sulle scogliere, gite in barca alla visita delle famose grotte di capo Palinuro, cammini su alte montagne da cui vedere la costa per chilometri e gustare i sapori di questa straordinaria terra. E magari, dopo una giornata di cammino, un bagno in una piccola spiaggia, un paradiso celato dalle pareti rocciose, dove rigenerare corpo e anima.

corpo e anima.

1° giorno: Trento e dintorni – Marina di Camerota
Partenza da Trento e dintorni in bus ed arrivo a Marina di Camerota Sistemazione in hotel cena e pernottamento.

2° giorno: Marina di Camerota – Baia degli Infreschi
Colazione in hotel. Giornata dedicata all’affascinante cammino che da Marina di Camerota attraverso la costa degli Infreschi conduce alla Baia degli Infreschi. Partiremo a piedi dall’hotel e ci incammineremo per un percorso tra spiagge, piccole calette e scogliere a strapiombo su un meraviglioso mare blu. Passeremo per il Pozzallo una splendida caletta
dove in un delizioso ristoro faremo un pranzo leggero con cucina tipica cilentana. Il percorso continuerà su sentiero, immersi nella macchia
mediterranea fino a Cala Bianca una spiaggetta dai colori incredibili. Lungo il percorso incontreremo alcune antiche torri di avvistamento
costiere. Giungeremo infine alla Baia degli Infreschi, dove avremo tempo per un po’ di relax e, per chi vuole, un bagno nelle cristalline acque. Alle 16.00 dalla cala ci imbarcheremo per un tour guidato in barca, con visita alle grotte e alle scogliere. Rientreremo al porto di Marina di Camerota e a piedi andremo direttamente all’Hotel. Cena e pernottamento.
Difficoltà: Medio-impegnativa – Dislivello in
salita: m 400 – Durata: 5h 30’

3° giorno: San Severino di Centola – Gole del diavolo – Punta Epitaffio
Dopo la colazione in hotel ci sposteremo in bus a San Severino di Centola, borgo medievale risalente al X secolo che domina la “Gola del
Diavolo” del fiume Mingardo, e conserva le suggestive rovine di un castello e di una chiesa. Visitato il borgo partiremo direttamente da lì per l’escursione: passeremo per la stazione ferroviaria di Centola – Palinuro – Marina di Camerota e cammineremo per circa 2 km pressoché pianeggianti sul vecchio tracciato ferroviario, passando sul ponte di epoca fascista in mattoni pieni e attraversando una piccola galleria. Ci inerpicheremo poi lungo le pendici Nord del Monte Bulgheria per una zona boschiva in cui il sentiero sale a tratti con decisione, fino a quando si apriranno i primi
scorci panoramici sulla valle del Mingardo e sul borgo di S. Severino.
Si salirà ancora attraversando alcune Tragare (pietraie) e passando per la Sentinella (luogo in cui le guardie dell’avamposto riposavano sulle rocce), giungeremo quindi alla cosiddetta punta dell’Epitaffio sotto il tozzo del Finocchio, dove è presente un’antica stele muraria e da dove si aprirà la visuale fino alla costa di Palinuro. Pranzo con package lunch incluso.
Da qui sarà possibile allungare l’escursione salendo fino al Tozzo del Finocchio. Il cammino terminerà al Santuario della SS Annunziata di Licusati. Rientro in hotel, cena e pernottamento. 1) Difficoltà: Medio-impegnativa – Dislivello in salita: m 600 – Durata: 5h (fino a Punta Epitaffio)
2) Difficoltà: Impegnativa – Dislivello in salita: m 900 – Durata: 7h 00’ (fino al tozzo del Finocchio)

4° giorno: Capo Palinuro
Dopo la colazione in hotel ci trasferiremo in bus a Palinuro per giungere dopo pochi minuti nei pressi del ponte sul fiume Mingardo: inizieremo
il nostro cammino costeggiando il fiume e dirigendoci verso la sua foce, per andare a visitare una delle icone di Palinuro, l’Arco Naturale. Da qui, attraverso un percorso ciclopedonale lungo il fiume Lambro, giungeremo
al centro di Palinuro, per poi scendere verso il porto fin quando prenderemo un bel sentiero in salita che per un percorso a zig zag nella
folta vegetazione attraversa la pineta. Terminata la salita ci troveremo nella parte alta del promontorio di Capo Palinuro, dove visiteremo il fortino di Monte d’Oro, la torre di Calafetente, il Faro, la torre di Punta del Fortino e della Quaglia e compiere quindi un percorso alla
scoperta degli strepitosi panorami del Capo. Pranzo con package lunch incluso. Scenderemo quindi al porticciolo da dove, nel primo pomeriggio,
partiremo per un tour guidato in barca, durante il quale visiteremo le famosissime grotte di capo Palinuro e le sue alte falesie rocciose.
Al termine del tour, torneremo al centro di Palinuro dove il bus ci attenderà per il rientro in hotel. Cena e pernottamento.
Difficoltà: Media – Dislivello in salita: m 400 –
Durata: 5h

5° giorno: San Giovanni a Piro – Monte Bulgheria – Licusati
Colazione in hotel. In bus giungeremo al borgo di San Giovanni, dove inizieremo la magnifica traversata del Monte Bulgheria. È questo un monte di orogenesi calcarea, la cui cima raggiunge i 1225m ed è posta a poca distanza dalla costa. Dalla sua sommità, raggiungibile per un bellissimo
sentiero in salita, che nell’ultimo tratto attraversa una lunare pietraia bianca, si può ammirare il mare da un lato, fino al litorale calabro,
e il Parco del Cilento, Vallo di Diano e Alburni dall’altro, un fitto digradare di monti e colli boscati. L’attraversamento del monte impegnerà
l’intera giornata e ci condurrà dall’altro lato del massiccio a Licusati. Pranzo con package lunch incluso. Una passeggiata impegnativa
ma che ripaga coi bei panorami e la natura incontaminata e selvaggia. Rientro in hotel, cena e pernottamento
Difficoltà: Impegnativa – Dislivello in salita:
m 1000 – Durata: 7h

6° giorno: Lentiscosa – Sant’Antonio – Sant’Iconio
Colazione in hotel. Da Marina di Camerota saliremo per un brevissimo tratto con il bus a Lentiscosa dove potremo iniziare la nostra giornata aggirandoci per i vicoli dell’antico borgo. Visiteremo la chiesa di Santa Maria ad Martires, una chiesa di cui una cappella è interamente
affrescata secondo l’iconografia della teologia cristiana d’oriente. Poi per un sentiero che aggira con viste panoramiche l’antico abitato di Camerota ci dirigeremo verso il crinale che va da Monte Croce del Calvario a Monte
Sant’Antonio, dove avremo nuove vedute su Capo Palinuro e sulla costa circostante. Scenderemo alla chiesetta di Sant’Antonio, panoramica
sulla costa di Marina di Camerota, dove in una bella terrazza, il personale del nostro albergo allestirà un simpatico aperi-trekk, un pranzetto all’aperto all’ombra dei pini. Una volta rifocillati, prenderemo il cosiddetto
sentiero di Sant’Iconio, che passa accanto ai resti di un antico convento basiliano e per una interessante rimboschimento a Pini d’Aleppo.
Il percorso molto bello ed ombreggiato, scende piano piano alla zona della foce del Mingardo, dove verremo recuperati dal bus e rientreremo
in hotel. Cena e pernottamento.
Difficoltà: Media – Dislivello in salita: m 500 –
Durata: 7h

7° giorno: Porto di Maratea – Maratea – Cristo Redentore
Dopo la colazione spostamento in bus fino a Maratea percorrendo la meravigliosa strada litoranea (1 ora 15’ circa). Giungeremo al porto
di Maratea, da dove inizierà il nostro cammino: saliremo per strette stradine a tratti gradinate e raggiungeremo così il centro storico di
Maratea dove potremo fare una pausa caffè nella deliziosa piazzetta. Attraverseremo 15 poi tutto il centro storico e proseguiremo
attraverso una folta vegetazione per arrivare alla cappella dell’Annunziata: a mano a mano che si prosegue i panorami cominciano ad aprirsi fino a culminare al cristo Redentore di Maratea, l’imponente e famosa scultura posta sul culmine di Monte San Biagio a 620 m di quota, dove la vista spazia a 360°. Qui potremo visitare il Monastero San Biagio e sostare per il pranzo, per poi riprendere il cammino sul sentiero di San Biagio, completamente in
discesa, che ogni anno gli abitanti svolgono in processione. Pranzo con package lunch incluso. A Maratea, dopo un po’ di tempo libero per acquisti, bere qualcosa o aggirarsi per i bei vicoli del borgo, torneremo al bus per
il rientro in hotel. Cena e pernottamento.

Difficoltà: Medio-impegnativa – Dislivello in
salita: m 620 – Durata: 6h

8° giorno: Marina di Camerota – Trento e dintorni
Colazione in hotel e partenza da Marina di Camerota
con bus per il rientro. Arrivo in serata.


Quota di partecipazione:
Euro 1.300,00 (gruppo min. 15 persone)
Supplemento camera singola: Euro 210,00
La quota comprende
bus GT a disposizione per tutto il periodo;
sistemazione in hotel 4 stelle in trattamento di mezza pensione bevande escluse;
1 pranzo presso il Rifugio Pozzallo;
1 aperitrekk a Sant’Antonio;
4 package lunch;
gita in barca da Baia degli infreschi a Marina di Camerota;
gita in barca a Capo Palinuro;
guida escursionistica ambientale;
nostro accompagnatore (Donatella);
assicurazione medico / bagaglio / ann.to.
La quota non comprende
bevande;
extra e tutto quanto non specificato ne “la quota
comprende”.

Partenze dai caselli autostradali di: Trento Sud
/ Rovereto Sud / Verona Nord / Modena Nord.


CONTATTACI PER INFORMAZIONI SUL CAMMINO!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *