Lungo la Francigena tra la Val d’Orcia e la Tuscia

22/06/2019 – 29/06/2019


1° giorno: Trento e dintorni – Chianciano Terme
Partenza da Trento e dintorni per Chianciano Terme. Pranzo libero. Arrivo e sistemazione in hotel. Cena e pernottamento

2° giorno: Montepulciano – Monticchiello – Pienza

Prima colazione in hotel. Partenza da Montepulciano, attraverseremo tutto il centro storico uscendo verso la chiesa di San Biagio, che visiteremo. Il percorso si svilupperà poi nella campagna, verso ovest e si raggiungeremo l’ameno piccolo borgo di Monticchiello, dominato dalla sua Rocca.
Proseguiremo sempre per aree rurali fino ad attraversare la zona di calanchi che preannuncia l’arrivo in salita a Pienza, arroccata sulla cima di un colle, che domina tutta la valle dell’Orcia. Questa incantevole cittadina è nota per essere la città “ideale” del Rinascimento.
Pranzo con package lunch. Pernottamento in hotel a Chianciano Terme

Difficoltà: cammino semplice, i dislivelli sono ben distribuiti e non ci sono mai salite eccessivamente ripide. Si cammina prevalentemente su strade di campagna. Dislivello + 600 m – 580 m (7 ore con soste e visite).

3° giorno: Pienza – S. Quirico d’Orcia – Montalcino

Prima colazione in hotel. Partiremo da Pienza tra strade bianche e sterrate, per una bellissima area rurale costellata di casolari e ruderi e cammineremo fin quando ci comparirà davanti l’affascinante Cappella della Madonna di Vitaleta. Proseguiremo sempre poi verso S. Quirico d’Orcia. Dopo una visita d’obbligo alla città, si ripartirà su un’ampia strada bianca che porterà ai vigneti prospicienti il borgo di Montalcino, che si raggiungerà dopo una salita finale di circa 3 km.
Pranzo con package lunch. Cena e pernottamento in hotel a Montalcino.

Difficoltà: cammino semplice, i dislivelli sono ben distribuiti. Si cammina prevalentemente su strade di campagna, brevi tratti di asfalto in ingresso e uscita dei paesi. Impegnativa ma breve la salita finale a Montalcino. Dislivello + 620 m – 600 m (8 ore con soste e visite).

4° giorno: Montalcino – Sant’Antimo – Bagno Vignoni

Prima colazione in hotel. Attraverseremo il borgo di Montalcino e usciremo per stradine che prevalentemente in discesa attraversano una zona collinare in cui si alternano, boschi, campi e bei casolari. Raggiungeremo la magnifica abbazia di Sant’Antimo, una delle testimonianze architettoniche più significative dell’epoca romanica in Italia.
Attraversato il quattrocentesco borgo di Castelnuovo dell’Abate, una lunga discesa ci porterà al corso del fiume Orcia e guadato un suo affluente, in salita si giungerà al Castello di Ripa d’Orcia (oggi struttura ricettiva). Da qui attraverso il bosco giungeremo alla bellissima zona termale di Bagno Vignoni e risalendo la rupe calcarea, tra cascatelle e antichi mulini, arriveremo al suggestivo villaggio, dove la piazza … è in realtà una vasca.
Pranzo con package lunch. Cena e pernottamento in hotel a Montalcino

Difficoltà: tappa piuttosto lunga, anche se i dislivelli sono ben distribuiti e non ci sono salite particolarmente impegnative. Si cammina per campagne e boschi. Possibilità di recupero autobus a metà tappa. Dislivello + 750 – 850 m (9 ore con soste e visite).

5° giorno: Bagno Vignoni – Bagni San Filippo

Prima colazione in hotel. Partiremo da Bagno Vignoni e saremo subito nell’incanto dei panorami della Val d’Orcia. La bellissima discesa verso valle ci porterà fino a Le Briccole, antico ospitale oggi in stato di abbandono. Le stradine si sviluppano tra dolci colline coltivate e ampie zone di calanchi, fino a scendere nella parte più bassa della valle.
Concluderemo la nostra tappa a Bagni San Filippo, con un bagno ristoratore nel suo meraviglioso fosso bianco.
Pranzo con package lunch. Cena e pernottamento in hotel a Montalcino

Difficoltà: si cammina prevalentemente su strade di campagna, continui saliscendi ma con pendenze moderate. Presenza di guadi. Dislivello + 650 m – 400 m (7 ore con soste).

6° giorno: Radicofani – Proceno

Prima colazione in hotel. Partiremo da Radicofani, splendida fortezza vicino Castiglione d’Orcia che controllava il confine tra il Granducato di Toscana e lo Stato Pontificio. Da Radicofani inizia una discesa sulla vecchia Cassia che è uno dei tratti più emozionanti dell’intera Via Francigena: attorno a noi colline a perdita d’occhio e il Monte Amiata.
Giunti a Ponte a Rigo percorreremo il fondovalle della val di Paglia, seguendo il percorso della via Cassia fino a Centeno. Da lì devieremo dal percorso ufficiale della Via Francigena (evitando di percorrere la statale) e in una breve salita arriveremo a Proceno, piccolo borgo dominato dalla sua imponente rocca.
Pranzo con package lunch. Cena e pernottamento in hotel a Bolsena.

Difficoltà: tappa semplice, si cammina prevalentemente su strade di campagna, quasi sempre in discesa o pianura. Dislivello + 220 m – 600 m (7 ore con soste).

7°giorno: Acquapendente – Bolsena

Prima colazione in hotel. Da Acquapendente, dopo una visita alla cittadina e alla Chiesa del Santo Sepolcro, la cui splendida cripta ricostruisce l’omonima chiesa in Terra Santa, la tappa proseguirà per un ampio pianoro coltivato fino a San Lorenzo Nuovo, dove potremo ammirare un bel panorama sul lago di Bolsena.
Scenderemo verso il lago raggiungendo quello che anticamente era un grande cratere vulcanico e imboccheremo un piacevole percorso su strade sterrate che ci condurrà a Bolsena, in un continuo saliscendi tra uliveti, prati e boschi.
Pranzo con package lunch. Cena e pernottamento in hotel a Bolsena.

Difficoltà: tappa facile con dislivelli molto moderati. Dislivello + 400 m – 450 m (7 ore soste e visite incluse).

8° giorno: Sovana – Pitigliano e le Vie Cave (4 ore)

Prima colazione in hotel. In mattinata trasferimento in pullman a Sovana e passeggiata turistica tra le vie cave e i borghi di Sovana e Pitigliano. Pranzo libero.
Visiteremo il Parco Archeologico “Città del Tufo” (ingresso € 5,00), che conserva importanti necropoli etrusche, oltre ad importanti vestigia di epoca tardo antica e medievale quali castelli, chiese, fortificazioni e numerose abitazioni rupestri.
Attraverso suggestivi percorsi nella fitta vegetazione a macchia mediterranea, si accederà alle numerose Vie Cave: percorsi stretti e tortuosi, scavati nel tufo (con pareti alte più di 20 metri) che consentiranno di superare agevolmente il dislivello tra profondi valloni e altipiani, immergendosi in un ambiente naturale unico e incantevole.
Nel pomeriggio rientro ed arrivo in serata.


Quota di partecipazione:

Euro 1.290,00
(gruppo min. 15 persone)
Supplemento singola: Euro 210,00

La quota comprende:
bus Gt a disposizione per tutto il periodo;
soggiorno in hotel 3/4 stelle in trattamento di mezza pensione;
6 package lunch.;
guida escursionistica;
assicurazione medico / bagaglio / annullamento.

La quota non comprende:
extra;
bevande ai pasti;
tassa di soggiorno comunale da pagarsi direttamente in hotel;
tutto quanto non specificato ne “la quota comprende”.

Partenze dai caselli autostradali di: Trento Sud / Rovereto Sud / Verona Nord / Modena Nord.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *