Madeira: cammino Atlantico

Data partenza
17 luglio 2022
Data ritorno
21 luglio 2022
Durata
5 giorni (4 notti)
Quota partecipazione
Euro 980,00 a persona (gruppo minimo 10 persone)
Extra
Supplemento singola: Euro 105,00
Note

Itinerario

1° GIORNO: BERGAMO – FUNCHAL

Partenza con volo da Bergamo e arrivo all’aeroporto di Madeira. Trasferimento in hotel a Funchal, sistemazione, cena e pernottamento.

2° GIORNO: FUNCHAL – LEVADA DE 25 FONTES

Cammino “Levada de 25 fontes”
Dislivello salita/discesa 400 mt
Durata 5 ore (+ 2 di trasferimento totali andata e ritorno)
Tipo di percorso: parzialmente ad anello – Difficoltà: E

Prima colazione in hotel. Ore 09.00 partenza per il cammino. Giornata dedicata a laghetti, cascate, torrenti ed acquedotti. Si camminerà nel fitto bosco di laurissilva su una roccia magmatica antichissima. La foresta è costellata di sorgenti, ben 25, che riforniscono tutti i canali di irrigazione della zona. Paesaggio curioso e misterioso, ricco di fascino e di colore per le mille fioriture che ci appariranno. Pranzo al sacco.
Dal parcheggio situato al bordo dell’altopiano Paùl da Serra proseguiamo lungo la strada asfaltata ma interdetta al traffico (esiste un servizio di bus navetta per i turisti), che perde quota per un paio di chilometri fino a raggiungere il Posto Forestal di Rabaçal. Da qui si prosegue in direzione della levada 25 Fontes. Al successivo bivio abbiamo lasciato per il momento la discesa per la levada delle 25 Fontes per proseguire diritti in direzione della cascata di Risco, lungo la “levada” che porta lo stesso nome. Una bella pista in quota immersa in tunnel di alberi di erica dal tronco rossastro ci porta in poco tempo ad uno spiazzo recintato da muretto, belvedere messo in sicurezza su una vertiginosa forra e sull’altissima cascata di Risco. La “levada” continua fino a passare sotto la cascata e imbocchiamo il sentiero parzialmente lastricato che scende ripidamente per raggiungere più in basso il livello della “levada delle 25 Fontes”. Raggiunto il piano della “levada” si prosegue a destra fino alla gola scavata dalla Ribeira Grande che si oltrepassa su un ponticello. Si continua immersi per lo più nel bosco di erica e ginestra. Il camminamento corre su un cordolo lastricato adiacente la “levada” ricoperta da muschi. Nei punti esposti sulla forra, corrimani in acciaio ci proteggono. Alcune aperture ci lasciano intravedere la valle. Arriviamo al solco creato dall’acqua della cascata. La “levada” prosegue oltre su un ponticello (percorribile) mentre noi voltiamo a destra per raggiungere il piccolo bacino delle 25 Fontes. Lo spettacolo è davvero splendido. Da un’alta parete a semicerchio ricadono da ogni parte rivoli d’acqua che solcano pareti verdi di muschio, acque provenienti dal grande altopiano di Paùl da Serra. Il bacino, piccolo e racchiuso dalle pareti e dalla vegetazione, lascia poca luce. Per il ritorno compiamo un piccolo anello. Rientro in Hotel – Funchal (h 17:30). Cena e pernottamento.

3° GIORNO: FUNCHAL (PONTA DE SAN LORENÇO)

Cammino Ponta de San Lorenco
Media tappa ore 3 (+ 2 di trasferimento totali andata e ritorno)
Tipo di percorso: ad anello

Prima colazione in hotel. Alle ore 09.00 partenza e trasferimento a Canical, dove raggiungeremo la partenza per il cammino a Ponta de San Lorenço. Pranzo al sacco.
La punta estrema a est dell’isola di Madeira, costellata di scogliere lavorate dal vento e da onde spumeggianti. Tranquilla camminata ad ascoltare i suoni e i profumi dell’oceano, tutta al sole e quindi si consiglia l’uso di protezione solare. Il percorso è caratterizzato da numerose e brevi pendenze e si conclude alla “Casa do Sardinha”, punto di ristoro con piccolo bar. Dopo aver concluso il percorso (andata e ritorno), nel rientro a Funchal, possibilità di sostare a Machico per una pausa di relax e balneazione in Oceano, nella omonima spiaggia di sabbia chiara del Marocco. Rientro in Hotel – Funchal (h 16:00). Cena e pernottamento.

4° GIORNO: FUNCHAL (PICO RUIVO)

Dislivello salita/discesa 900 mt,
Durata 5 ore (+ 2 trasferimento totali andata e ritorno)
Tipo di percorso: parzialmente ad anello -Difficoltà: E
Utile l’uso della torcia

Prima colazione in hotel. Alle ore 08.30 partenza per Pico do Areeiro per fare la traversata Pico do Areeiro – Pico Ruivo. Pranzo al sacco
Cominciamo da subito dietro il punto di ristoro e souvenir presso il parcheggio del Pico do Areeiro dove inizia il percorso. Recuperato una quarantina di anni fa, è stato sistemato in maniera esemplare. Tutti i tratti di sentiero esposti sulla valle sottostante sono protetti da passamani in acciaio e il fondo è quasi sempre lastricato. Su gradini si scende e si supera poco dopo una stretta ed aerea cresta. Un traverso sulla destra, permette di raggiungere un favorevole punto di osservazione (Ninho da Manta) recintato ma esposto sul nulla, cioè sulla vale Ribeira da Faja da Nogueira. Una decisa perdita di quota ci conduce ad una forcelletta presso l’ingresso del tunnel del Pico do Gato. Scendiamo ancora un poco al punto più basso dal quale cominciamo a traversare le pendici orientali del Pico das Torres. Segue la risalita su una sequenza di gradinate, scavate su roccia rosata. Con pendenza più moderata si raggiunge un intaglio sulla cresta orientale del Pico das Torres, dal quale possiamo finalmente vedere distintamente la nostra meta. Dalla forcellina il sentiero riprende a scendere con decisione assecondando la complessa orografia di questo versante. Tralasciato per ora l’ingresso al tunnel del Pico das Torres (dove entreremo per la variante del ritorno) proseguiamo ad attraversare su un sentiero scavato interamente nel tufo vulcanico. L’esposizione a tratti è notevole, ma il camminamento è largo e protetto sempre dal passamano. Guadagnato un versante meno acclive, il sentiero risale a svolte, con pendenza moderata. Al bivio col sentiero che giunge da Achada do Teixeira ci si tiene a sinistra mirando alla ben visibile Casa do Abrigo (rifugio), l’unico rifugio in stile alpino dell’isola. Dopo una breve sosta affrontiamo l’ultima facile salita che in pochi minuti conduce in vetta al Pico Ruivo (m 1862, cippo). Per il ritorno optiamo di passare per il tunnel del Pico da Torres e i tunnel seguenti; in questo modo ci sarà possibile visitare anche il sentiero che percorre il versante ovest, più aereo ma praticamente privo di saliscendi. Si arriva all’ingresso del tunnel. A questo primo fanno seguito diversi tunnel di lunghezza variabile, tra questi ne spicca uno lungo 200 m, alternati da tratti in quota di sentiero estremamente panoramico ed esposto, che percorre il fianco opposto del Pico da Torres. Alla fine del traverso riguadagniamo il bivio descritto in precedenza e risalendo sulle gradinate rifacciamo il percorso all’indietro fino al Pico do Areeiro e al parcheggio. Rientro in Hotel – Funchal (h 17.30) Cena e pernottamento in hotel.

5° GIORNO: FUNCHAL – BERGAMO

Prima colazione in hotel. Tempo a disposizione e successivamente trasferimento in aeroporto a Funchal. Partenza con il volo e arrivo a Bergamo. Fine dei nostri servizi.

Informazioni quota

Quota comprende

Volo ar da Bergamo per Funchal con 1 bagaglio da stiva di 20 kg e un bagaglio a mano di 10 kg.
Trasferimento aeroporto/hotel/aeroporto.
Sistemazione in hotel 4 stelle in trattamento di mezza pensione.
3 package lunch.
Trasferimenti a/r per le giornate di cammino.
Guida escursionistica.
Ns accompagnatore.
Assicurazione medico/bagaglio/annullamento/anti covid.

Quota non comprende

Pasti del primo e ultimo giorno
Bevande.
Mance, extra, tassa di soggiorno ove prevista e tutto quanto non specificato né “la quota comprende”.

Esplora altri cammini