Sul cammino di Santiago. Da Sarria a Santiago de Compostela

Data partenza
24 giugno 2022
Data ritorno
1 luglio 2022
Durata
8 giorni (7 notti)
Il tratto che noi faremo a piedi si trova sul “cammino francese” il più famoso dei cammini e quello riconosciuto come Patrimonio dell’Unesco. Parte da Roncesvalle (Roncisvalle) località resa famosa dalla Battaglia tra l’esercito di Carlo Magno re dei Franchi, i Mori e dalle gesta eroiche di Orlando Furioso e dalla sua spada, la Durlindana. L’intero percorso misura Km. 744.
Il bagaglio di ogni partecipante, verrà trasportato dal pullman che avremo a nostra disposizione quindi, si camminerà soltanto con uno zainetto per le necessità della giornata.
Quota partecipazione
Euro 1.280,00 a persona (gruppo minimo 15 persone)
Extra
Supplemento singola: Euro 180,00
Note

Itinerario

1° GIORNO: Italia/Bergamo – Santiago de Compostela

Partenza dall’Italia, con il volo e arrivo a Santiago de Compostela. Trasferimento in hotel, cena e pernottamento

Inizio del cammino per un totale di Km. 120

2° GIORNO: Tappa Sarria – Portomarin (23 km)

Dopo la prima colazione, partenza per la prima tappa con destinazione Portomarín. Il Cammino lascia Sarria e si inizia la giornata attraversando prima Viley e Barbadelo poi. In questo secondo paesino vi suggeriamo una sosta per ammirare la chiesa di Santiago, dichiarata Monumento Storico Nazionale, costruita nel secolo XII è uno dei migliori esempi di romanico galiziano. Il seguente paese che appare davanti agli occhi del camminante è Rente al quale segue Mercado de Serra. L’itinerario prosegue per Xisto del Camino, Leimán, Pana, Peruscallo, Cortiñas, Lavandeira, Casal, Brea, Morgade, dove c’è solo una casa, Ferreiros, Mirallos, con un’interessante chiesa del secolo XII; Pena, Couto, Rozas, Moimentos, Cotareio, Mercadoiro, dove sono ancora evidenti tratti dell’antica strada; Moutras, Parrocha e Vilachá, paesino rurale di contadini dove si conservano le rovine del Monastero di Loio, culla dei Cavalieri dell’Ordine di Santiago. Emerge in questo paesino l’eremo di Santa María di Loio con muri di stile visigoto. Infine, dopo aver percorso numerosi borghi, si inizia a scorgere una cittadina: Portomarín. Arrivo, sistemazione in hotel, cena e pernottamento.

3° GIORNO: Tappa Portomarin – Palas De Rei (25 km)

Prima colazione in hotel. Il pellegrino ritorna al Cammino, che percorrerà lentamente numerosi borghi della regione della Galizia. In questa tappa si attraversa Toxibó, Gonzar, Castromayor, Hospital da Cruz, Ventas de Narón, enclave importante nell’epoca medievale, Prebisa, Lameiros, dove ci si può fermare per visitare la sua Cappella di San Marco. L’itinerario avanza ed entra a Ligonde, paese in cui si fermarono nel loro pellegrinaggio Carlo V e Filippo II nel 1520, e dove a ricordo di questo passaggio è piantata per terra una semplice croce di pietra. Si può visitare anche la chiesa di Santiago, con il suo antico cimitero dei pellegrini. Si continua il percorso verso Portos, dove il pellegrino può lasciare per un momento l’itinerario principale ed avvicinarsi a Vilar de Donas, paesino nel quale c’è un bel tempio romanico maestoso con pitture gotiche del secolo XVI. Ripreso il Cammino principale, si attraversa Lastedo e Valos prima di giungere a Palas de Rei, meta della tappa.
Arrivo, sistemazione in hotel, cena e pernottamento.

4° GIORNO: Tappa Palas De Rei – Arzua (30 km)

Prima colazione in hotel. Il cammino inizia attraversando San Julián del Camino, una piccola città dove sorge un’interessante chiesa romanica. Si prosegue poi per Outeiro da Ponte, nel cui territorio si trova Castello do Pambre, una delle fortezze meglio conservate in Galizia. Il pellegrino attraversa Pontecampaña, Mato Casanova, Porto de Bois e Campanellino. Il primo paese che si incontra dopo aver passato il confine con La Coruña è Coto, seguita dopo da Leboreiro, che conserva un’antica strada romana. Poco dopo si vede apparire Disicabo, Furelos, con la sua chiesa parrocchiale dal secolo XIX e un ponte medievale dal secolo XIV, che conduce alla città successiva della ruta, Melide. Quest’ultimo paese ha una posizione centrale nel Cammino di Santiago, qui si fonde il Cammino francese con gli altri provenienti da Oviedo. All’ingresso del paese il pellegrino scopre una croce in pietra del XIV secolo, uno dei più antichi in Galizia. L’attuale chiesa parrocchiale è stata la chiesa del monastero di Sancti Spiritus. Continua il suo viaggio via Carballal, Ponte das Penas, Raido, Bonete e Castaneda. In quest’ultimo paese si trovavano i forni a calce per la costruzione della cattedrale di Santiago; e si narra che i pellegrini che passavano di qua portavano una pietra ciascuno verso Santiago aumentando così la loro penitenza. Dopo aver attraversato un bel ponte medievale, si passa per Ribadiso, e dopo questo paese si raggiunge la fine della tappa, Arzúa.
Arrivo, sistemazione in hotel, cena e pernottamento

5° GIORNO: Tappa Arzua – Pedrouzo (21 Km)

Prima colazione in hotel. Dopo il tappone del giorno precedente, Il pellegrino comincia con allegria la tappa di questo giorno, domani entrerà a Santiago di Compostela, dove, oltre a visitare in primo luogo il sepolcro dell’Apostolo martire, lo attendono molte altre meraviglie. La prossima tappa oltre ad essere emozionante, per tutta la carica spirituale e sentimentale che ha, è anche spossante. Perciò, il percorso di oggi è breve e tranquillo. Si inizia il cammino attraverso Las Barrosas, dove si trova l’eremita di San Lazzaro ed il Mulino dei Francesi. Attraversa poi Calzada, Calle e Salceda, dove il pellegrino può fermarsi un momento per omaggiare il pellegrino belga morto qui in modo improvviso il 23 agosto 1989, in suo onore è stato costruito un piccolo monumento. Poi il tragitto entra in Brea e poi Santa Irene, per concludere il suo percorso a O Pino. Pernottamento in Hotel. Arrivo, sistemazione in hotel, cena e pernottamento

6° GIORNO: Tappa Pedrouzo – Santiago de Compostela (21 Km)

Prima colazione in hotel. È arrivato il giorno, il pellegrino inizia l’ultima tappa del Cammino di Santiago, fino a qui ha percorso una buona parte del territorio spagnolo ed ha potuto ammirare le innumerevoli meraviglie, frutto di secoli di storia in cui il Cammino di Santiago ha contribuito non poco a tutto ciò. Comincia il percorso per Burgo, al quale segue Arca, San Antón, Amenal e San Paio. Poi si entra a Lavacolla, paese dove gli antichi pellegrini si lavavano e cambiavano per entrare nella città di Compostela. Dopo aver lasciato questo comune l’itinerario attraversa Villamalor, San Marcos, Monte do Gozo, San Lázaro, e finalmente si arriva alla tomba dell’apostolo Giacomo.
Arrivo in hotel a Santiago de Compostela, cena e pernottamento

7° GIORNO: Santiago de Compostela – Finisterre

Prima colazione in hotel. Trasferimento in pullman fino a Corcubion e proseguimento a piedi lungo il cammino di Finisterre fino al cippo del km 0. Al termine trasferimento e visita di Muxia. Pranzo libero. Nel tardo pomeriggio rientro a Santiago de Compostela, cena e pernottamento.

8° GIORNO: Santiago de Compostela – Italia

Prima colazione in hotel. Tempo libero per un ultimo sguardo alla città. Trasferimento dall’hotel all’aeroporto e partenza con il volo per l’Italia.

Informazioni quota

Quota comprende

Volo low cost con Ryanair da Bergamo in classe economica comprensivo di un bagaglio a persona dal peso di 20 kg + bagaglio a mano dal peso di 10 kg.
Trasferimento aeroporto/hotel/aeroporto a Santiago de Compostela.
Pullman a disposizione per tutto il cammino per il trasporto dei bagagli e delle persone, se necessario.
Sistemazione in hotel 2/3 stelle in trattamento di mezza pensione bevande escluse.
Ns accompagnatore per tutta la durata del viaggio.
Assicurazione medico/bagaglio/annullamento/anti covid.

Quota non comprende

Bevande ai pasti.
Package lunch (supplemento per 5 cestini euro 55,00 a persona).
Pranzo del primo e ultimo giorno
Extra e tutto quanto non specificato né “la quota comprende”.

Esplora altri cammini